Thursday, February 27, 2003

Due citazioni recenti su aspetti ancora controversi dei meccanismi dell’evoluzione:
Martin, W.; Russell, M. J.
On the origins of cells: a hypothesis for the evolutionary transitions from abiotic geochemistry to chemoautotrophic prokaryotes, and from prokaryotes to nucleated cells
Philosophical Transactions- Royal Society of London Series B Biological Sciences, 2003, vol. 358, no. 1429, pp. 59-86

Pfeiffer T, Bonhoeffer S.
An evolutionary scenario for the transition to undifferentiated multicellularity
Proc Natl Acad Sci U S A. 2003 Feb 4;100(3):1095-8.

Ancora su Teoria dell’evoluzione e medicina:
Bangham, C. R.
What can evolutionary theory do for infectious diseases?
Trends in Ecology and Evolution, 2003, vol. 18, no. 2, pp. 68-69

Du Pasquier L, Courtney Smith L.
Workshop report: evolutionary immunobiology-new approaches, new paradigms
Dev Comp Immunol. 2003 Apr;27(4):263-71

Warr GW, Chapman RW, Smith LC.
Evolutionary immunobiology: new approaches, new paradigms
Dev Comp Immunol. 2003 Apr;27(4):257-62

Wick G, Berger P, Jansen-Durr P, Grubeck-Loebenstein B.
A Darwinian-evolutionary concept of age-related diseases
Exp Gerontol. 2003 Jan;38(1-2):13-25.

Vineis P, Matullo G, Manuguerra M.
An evolutionary paradigm for carcinogenesis?
J Epidemiol Community Health. 2003 Feb;57(2):89-95.

Vineis P.
Cancer as an evolutionary process at the cell level: an epidemiological perspective
Carcinogenesis. 2003 Jan;24(1):1-6.

Silverstein AM.
Darwinism and immunology: from Metchnikoff to Burnet
Nat Immunol. 2003 Jan;4(1):3-6. Review
pc

Wednesday, February 26, 2003

Vi sottopongo anche se tardivamente (e’ stato pubblicato l’anno scorso):
The Blank Slate. The Modern Denial of Human Nature
by Steven Pinker
From the jacket:
Our conceptions of human nature affect every aspect of our lives, from the way we raise our children to the political movements we embrace. Yet just as science is bringing us into a golden age of understanding human nature, many people are hostile to the very idea. They fear that discoveries about innate patterns of thinking and feeling may be used to justify inequality, to subvert social change, to dissolve personal responsibility, and to strip life of meaning and purpose.
In The Blank Slate, Steven Pinker, bestselling author of The Language Instinct and How the Mind Works, explores the idea of human nature and its moral, emotional, and political colorings. He shows how many intellectuals have denied the existence of human nature by embracing three linked dogmas: The Blank Slate (the mind has no innate traits), The Noble Savage (people are born good and corrupted by society), and The Ghost in the Machine (each of us has a soul that makes choices free from biology). Each dogma carries a moral burden, so their defenders have engaged in the desperate tactics to discredit the scientists who are now challenging them.
Pinker tries to inject calm and rationality into these debates by showing that equality, progress, responsibility, and purpose have nothing to fear from discoveries about rich human nature. He disarms even the most menacing threats with clear thinking, common sense, and pertinent facts from science and history. Despite its popularity among intellectuals during much of the twentieth century, he argues, the doctrine of the Blank Slate may have done more harm than good. It denies our common humanity and our individual preferences, replaces hardheaded analyses of social problems with feel-good slogans, and distorts our understanding of government, violence, parenting, and the arts.

E inoltre:
Darwinian Politics. The Evolutionary Origin of Freedom.
By Paul H. Rubin

New Brunswick, New Jersey, & London. Rutgers University Press. 2002. 240 pp.
Commenti e approfondimenti li trovate preso questi due siti:

http://human-nature.com/nibbs/03/prubin.html

http://www.human-nature.com/nibbs/03/prubin.pdf

pc

Wednesday, February 19, 2003

Marcello Barbieri ha appena pubblicato per la Cambridge Univ. Press il volume:
The organic codes. An introduction to Semantic Biology. Gennaio 2003.
Le altre pubblicazioni dell’autore sono riportate di seguito:

The organic codes. The birth of semantic biology. Pequod, 2001
La teoria semantica dell'evoluzione. Boringhieri, 1985
The Semantic Theory of Evolution. Harwood Academic Publishers,1985
Un nuovo modello per l' esplosione della vita nel Cambriano. Systema Naturae, Annali di Biologia Teorica, vol. 4, pag. 255-277, 2002
I Codici Organici. Il meccanismo chiave della macroevoluzione, in I nuovi paradigmi della biologia, pag. 9-40, PeQuod, 1999. Anche in Systema Naturae, Annali di biologia Teorica, vol. 1, 1998
The Ribotype Theory on the Origin of Life. Journal of Theoretical Biology, vol. 91, pag. 545-601, 1981
La Teoria Ribotipica sull'Origine della Vita. Rivista di Biologia, vol. 75, n. 4, pag. 515-561, 1982
Biological forms as natural conventions. Rivista di Biologia. Biol. Forum, vol. 90, pag. 485-488, 1997
The organic codes. The basic mechanism of macroevolution. Rivista di Biologia, vol. 91, n. 3, pag. 481-514, 1998
The reconstruction principle. Rivista di Biologia, vol. 82, n. 1, pag. 103-30, 1989
Co-information. A new concept in theoretical biology. Rivista di Biologia, vol. 80, n. 1, pag. 101-26, 1987
pc

Sunday, February 16, 2003

Recenti segnalazioni:
Consiglio Carlo, Siani Vincenzino. Evoluzione e alimentazione. Il cammino dell'uomo. Bollati Boringhieri, 2003. Finalmente una ricerca originale sul ruolo dell’evoluzione nel regime e comportamento alimentare nell’uomo.
Pani Luca, Canali Stefano. Evoluzione, malattia e psicosomatica. Mondadori Bruno, 2003. Prosegue il dibattito su evoluzione e malattia, sia questa di origine psicosomatica che medica.
…e un ripescaggio:
Barlow George W. Maestri dell'evoluzione. I ciclidi. E' in acqua il più grande esperimento di evoluzione della natura. Sesto Continente Editore, 2002. Introduzione di G. Celli.
pc

Saturday, February 08, 2003

Il 2003 promette proprio bene. Ecco un altro libro molto interessante:
Schopf J William. La culla della vita. La scoperta dei più antichi fossili terrestri, Adelphi, 2003
Sicuramente citato nel libro vi segnalo questo libro (ottimo e bellissimo) del rimpianto Stephen Jay Gould:
La vita meravigliosa. I fossili di Burgess e la natura della storia, Feltrinelli, 1990

Quest’anno comincia con un bel libro che fa il punto sulle conoscenze dell’origine ed evoluzione dell’uomo:
Schrenk Friedemann. L'alba dell'umanità, Il Mulino, 2003
Scorrendo le pubblicazioni più recenti ho constatato che questo scorcio di millennio ha offerto alla nostra lettura non uno ma ben altri 11 libri sullo stesso argomento. Eccoli:
Arsuaga Juan Luis. I primi pensatori. Il mondo perduto di Neandertal, Feltrinelli, 2001
Tartabini Angelo. Una scimmia in tutti noi, Bruno Mondadori, 2001
Leakey Richard. Le origini dell'umanita'. Alla ricerca del nostro antenato piu' antico, Rizzoli, 2001
Bradshaw John L. L'evoluzione umana. Una prospettiva neuropsicologica, Fioriti, 2001
Biondi Gianfranco, Rickards Olga. Uomini per caso. Miti, fossili e molecole nella nostra storia evolutiva, Editori Riuniti, 2001
Miller Geoffrey. Uomini, donne e code di pavone. La selezione sessuale e l'evoluzione della natura umana, Einaudi, 2001
De Lalla Millul Paolo. Evoluzione 2. Darwin e la selezione sessuale, Salerno Editrice, 2001
Jordan Paul. Neandertal, Newton Compton, 2001
Potts Malcom, Short Roger. Sempre da Adamo e Eva. L'evoluzione della sessualita' umana, Fioriti, 2001
Facchini Fiorenzo. Origini dell'uomo ed evoluzione culturale. Profili scientifici, filosofici e religiosi, Jaca Book, 2002
Sykes Bryan. Le sette figlie di Eva. Le comuni origini genetiche dell'umanità, Mondadori, 2003

La casa editrice Il Mulino annuncia la prossima pubblicazione del libro (marzo 2003):
Howard Jonathan
Darwin
Pag. 136, Universale paperbacks. Il Mulino, 2003
ISBN: 88-15-09314-1
Il medesimo volume e’ stato pubblicato nel 1982 dall’editore Dall’Oglio, e tradotto da Anna Colombo
pc

Thursday, February 06, 2003

Natural selection shaped regional mtDNA variation in humans. Cosi’ si intitola un recente articolo pubblicato su PNAS:
Dan Mishmar, Eduardo Ruiz-Pesini, Pawel Golik, Vincent Macaulay, Andrew G. Clark, Seyed Hosseini, Martin Brandon, Kirk Easley, Estella Chen, Michael D. Brown, Rem I. Sukernik, Antonel Olckers, and Douglas C. Wallace Natural selection shaped regional mtDNA variation in humans
Proc. Natl. Acad. Sci. USA, Vol. 100, Issue 1, 171-176, January 7, 2003
…e cosi’ si conclude l’abstract dell’articolo:
From these analyses we conclude that selection may have played a role in shaping human regional mtDNA variation and that one of the selective influences was climate.
Potete trovare l’articolo al sito web di PNAS
pc

Tuesday, February 04, 2003

E’ stato pubblicato recentemente il volume:
Telmo Pievani
Homo sapiens e altre catastrofi. Per un'archeologia della globalizzazione
ISBN 88-8353-195-7, 2002, pag. 408, Meltemi Editore, Roma
Commento proveniente dal sito dell’editore:
La storia di come un mammifero di grossa taglia strettamente imparentato con gli scimpanzé si sia staccato dalla sua famiglia di ominidi e abbia colonizzato l’intero pianeta potrebbe essere molto diversa da quella che avevamo sperato, immaginato e sognato guidati dall’ambizione di essere una specie in qualche modo privilegiata. È una storia ricca di discontinuità, di biforcazioni contingenti e di eventi accidentali, di migrazioni, di derive e di ibridazioni. Una storia che, in molte occasioni, avrebbe potuto benissimo prendere tutt’altra direzione e che assomiglia sempre meno a una trionfale marcia di progresso, a una scala lineare di adattamenti e di perfezionamenti dettati dalle leggi inflessibili della selezione naturale. Facendo dialogare evoluzionismo, paleoantropologia, genetica ed ecologia in una sorta di avvincente biografia “familiare” ed evoluzionistica, Telmo Pievani va alla scoperta della molteplicità delle origini della specie umana e della complessità del popolamento sulla Terra, convinto che non si possa comprendere a pieno il significato dei processi di globalizzazione economica e culturale contemporanei senza una loro collocazione nel tempo profondo della planetarizzazione della nostra specie.
Un estratto e’ visibile presso il sito web dell’editore

Pievani e’ anche coautore del volume:
Matilde Callari Galli, Mauro Ceruti, Telmo Pievani
Pensare la diversità. Per un’educazione alla complessità umana
sempre pubblicato da Meltemi, 1998:
Estratto dal sito dell’editore:
……La seconda parte racconta la tortuosa evoluzione umana e l’ominizzazione del pianeta attraverso le più aggiornate teorie scientifiche sulle molte nascite dell’umanità. ……
pc